Si comincia venerdì 29 ottobre con il laboratorio “Lavorare la pietra gentile” con Domenico Palena e la presentazione del volume “Apparizioni di San Michele,Monte Gargano, Mont-Saint-Michel, Val di Susa” di Immacolata Aulisa.

Comincia venerdì 29 ottobre “SAMMECALÉRE 2.0, passato e futuro di un’immagine”, tre giorni di iniziative nella Green Cave di FestambienteSud a Monte Sant’Angelo, ispirata all’antica arte degli scultori popolari che per secoli hanno riprodotto in pietra e in legno l’immagine di San Michele sul Gargano. 

Si inizia con due eventi.

Alle ore 16 il primo incontro di “Lavorare la pietra gentile”, un ciclo di tre laboratori di avvicinamento alla lavorazione ella pietra locale con il maestro artigiano Domenico Palena, che in tre incontri, in programma alla stessa ora per i tre giorni della rassegna, affronterà tre cardini dell’arte scultorea popolare: il disegno, la conoscenza dei materiali e la scultura vera e propria. Non si stratta di laboratori professionalizzanti, ma di tre momenti introduttivi a un’arte antica e complessa, che merita momenti di approfondimento ulteriore, sul modello di un vecchio corso che proprio il circolo Legambiente di Monte Sant’Angelo organizzò nel 2007, con il sostegno del Parco Nazionale del Gargano, allora sotto la guida del maestro Michele Renzulli.

(Per partecipare ai laboratori è necessaria la prenotazione al numero 3791175345)

Alle ore 19.30 il secondo appuntamento della giornata con la presentazione del secondo volume della collana dei Quaderni della Green Cave, edito in collaborazione con Andrea Pacilli Editore, dal titolo “Apparizioni di San Michele,Monte Gargano, Mont-Saint-Michel, Val di Susa,scritto dalla professoressa Immacolata Aulisa, dell’Università degli Studi di Bari. Il volume pubblica e commenta quattro testi fondamentali per comprendere la diffusione del culto micaelico nell’occidente medievale: le leggende di fondazione dei santuari di San Michele sul Gargano, Mont-Saint-Michel in Normandia e la Sacra Val di Susa. Dopo i saluti dell’editore Andrea Pacilli, e del rettore del Santuario di S. Michele p. Ladislao Suchy, interverranno Alessandro Lagioia, Università degli Studi di Bari e autore dell’edizione critica del testo latino delle apparizioni, con una relazione dal titolo “L’edizione dei testi latini agiografici”, cui seguiranno gli interventi di Renzo Infante dell’Università degli Studi di Foggia, e dello storico Marco Trotta.

(Ingresso libero con Green Pass e mascherina fino a esaurimento posti)

Così Franco Salcuni, direttore della collana, nella nota di presentazione del volume, motiva la pubblicazione del lavoro: “Per il secondo dei quaderni della Green Cave, dopo l’edizione fortunata del primo, il “Monte Sant’Angelo” di Arthur Miller, abbiamo chiesto alla professoressa Immacolata Aulisa, di aiutarci a compiere un’azione semplice: mettere a disposizione di un pubblico più̀ largo i testi di fondazione della leggenda garganica. Aulisa ha offerto non solo le due versioni latina e greca della leggenda garganica, con traduzione italiana, ma ha raccolto in questo volume anche i testi di fondazione degli altri due grandi santuari micaelici d’Occidente: Mont-Saint-Michel in Normandia e la Sacra di San Michele in Val di Susa.La gente conosce la storia delle apparizioni di san Michele sul monte Gargano, ma a volte non sa che quella storia è stata scritta molti secoli fa, in latino e successivamente anche in greco, e che la lettura, nella maggioranza dei casi riservata finora prevalentemente a un circuito di studiosi, restituisce invece una schiettezza letteraria colma di sorprese e rivelazioni, suscita emozioni e stimola la curiosità̀ ad approfondire e capirne di più̀. Perché́ è una scrittura che allora si rivolgeva al popolo, alla gente comune, alla comunità̀ dei fedeli e dei devoti, ai pellegrini, presentandosi anche come testo liturgico da leggere al popolo nel dies festus. Riproporre oggi quegli antichi testi scritti per il popolo, non è operazione nostalgica o velleità̀ da studiosi, ma acquisisce un senso nuovo, legato a una profonda e forse sorprendente riscoperta della figura di san Michele, che sta suscitando, per motivi tutti da indagare e comprendere, un ritorno di interesse, direi quasi un successo, sia sul piano della devozione religiosa e spirituale che su quello dell’interesse culturale e intellettuale. Azzarderei a dire che quella di Michele sta ridiventando, anzi è ritornata ad essere, una, potente, icona popolare“.

Il progettoSammecalére 2.0,promosso dalla Green Cave di FestambienteSud e sostenuto da Teatro Pubblico Pugliese e Regione Puglia nell’ambito del fondo speciale per cultura e patrimonio culturale, s’inserisce nella cornice della campagna Salvalarte di Legambiente e mira al rilancio della tradizione della riproduzione artigianale dell’immagine di San Michele, per secoli presente nella città di Monte Sant’Angelo e attualmente quasi del tutto scomparsa, sia tramite un recupero della tradizione, sia con l’utilizzo dei linguaggi artistici contemporanei. La filosofia del progetto è recuperare l’antica abitudine, ma attualizzandola con i nuovi linguaggi visivi della contemporaneità.

Ecco il programma completo dei tre giorni:

SAMMECALÉRE 2.0, passato e futuro di un’immagine

29-30-31 OTTOBRE 2021 – Green Cave di FestambienteSud, Monte Sant’Angelo (Fg)

VENERDì 29 OTTOBRE

ore 16, LAVORARE LA PIETRA GENTILE

1° laboratorio con Domenico Palena, artigiano

(Per partecipare ai laboratori è necessaria la prenotazione al numero 3791175345)

ore 19.30, presentazione del libro

APPARIZIONI DI SAN MICHELE, Monte Gargano, Mont-Saint-Michel, Val di Susa

di Immacolata Aulisa, Università degli Studi di Bari

saluti: Andrea Pacilli, editore, p. Ladislao Suchy, rettore del Santuario di S. Michele

relazione: Alessandro Lagioia, Università degli Studi di Bari: “L’edizione dei testi latini agiografici”

interventi: Renzo Infante, Università degli Studi di Foggia, Marco Trotta, storico.

(Ingresso libero con Green Pass e mascherina fino a esaurimento posti)

SABATO 30 OTTOBRE

ore 10.30, I LUOGHI DELLE APPARIZIONI

visita al santuario e al museo il Sentiero dell’Angelo

con Immacolata Aulisa e Alessandro Lagioia

(Segnalare la partecipazione con chiamate o messaggi al numero 3791175345)

ore 16, LAVORARE LA PIETRA GENTILE

2° laboratorio con Domenico Palena, artigiano

(Per partecipare ai laboratori è necessaria la prenotazione al numero 3791175345)

ore 18.30, GLI STATUARI DELL’ARCANGELO

la lunga storia di un’arte sacra popolare

workshop con Claudio Grenzi

(Ingresso libero con Green Pass e mascherina fino a esaurimento posti)

DOMENICA 31 OTTOBRE

ore 16, LAVORARE LA PIETRA GENTILE

1° laboratorio con Domenico Palena, artigiano

(Per partecipare ai laboratori è necessaria la prenotazione al numero 3791175345)

ore 18.30, SAMMECALÉRE 2.0, l’icona micaelica nel 21° secolo

workshop corale con artisti e artigiani, hanno confermato la presenza:

Michele Red, Maddalena Gatta, Raffaele Gentile, Matteo Totaro, Biagio Salcuni, Luca Pugliese

(Ingresso libero con Green Pass e mascherina fino a esaurimento posti)

Per informazioni chiamate o messaggi al numero 3791175345.

progetto #SAMMECALÉRE2_0 passato e futuro di un’immagine

programma completo su https://festambientesud.it/sammecalere-2-0-passato-e-futuro-di-unimmagine/