“Sappiamo che è una misura molto attesa da tutti quei protagonisti attivi del mondo sportivo pugliese che vogliono provare a sostenere e qualificare, con il supporto regionale, eventi e manifestazioni di minore impatto rispetto ai grandi eventi sportivi ma di non minore importanza per la diffusione della cultura sportiva e per l’attrattività delle località pugliesi”, sottolinea il vicepresidente della Regione Puglia e assessore allo Sport per Tutti, commentando l’Avviso “B” del Programma Operativo Sport 2022, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia di oggi, lunedì 6 giugno.

L’Avviso sostiene, con un contributo che arriva al 70 per cento della spesa ritenuta ammissibile e comunque entro i 10 mila euro, la realizzazione di eventi di carattere sportivo, agonistico o non agonistico, educativi e senza fini di lucro, di massimo 7 giorni di durata, che contribuiscano a aumentare la visibilità e l’attrattività del territorio pugliese; non a caso è stata introdotta la necessità di dotarsi di un Piano di Comunicazione relativo alla manifestazione, elaborato in modo da rendere più efficace l’informazione e la promozione delle politiche regionali nonché la valorizzazione del territorio.

Le manifestazioni sportive devono essersi realizzate sul territorio pugliese dal 1° gennaio al 31 dicembre del 2022. L’indirizzo PEC a cui indirizzare l’istanza è servizio.sportpertutti@pec.rupar.puglia.it. L’istruttoria sarà completata nell’arco di quindici giorni.

Possono richiedere il contributo associazioni e società sportive dilettantistiche, enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, Federazioni sportive nazionali, Comitati organizzatori regolarmente costituiti e Comuni.
Soggetti che siano già stati beneficiari di contributo nel 2019 e nel 2021, possono partecipare solo a condizione che abbiano già presentato la rendicontazione dei progetti finanziati dalla Regione Puglia.