Dopo 8 lunghi anni, Il Tribunale di Foggia ha assolto , perche’ il fatto non sussiste, l’Ing. Domenico di Monte , il Geometra Pietro Carnevale, funzionari del Comune, nonche’ altre persone coinvolte , a diverso titolo, nell’inchiesta.

A dare il via alle indagini, come fosse una bomba ad orologeria (parole dello stesso sindaco d’Anelli), un esposto anonimo, nel quale si paventava la mancanza di autorizzazioni , rivelatasi poi totalmente infondata.

Sotto sequestro , in localita’ Fontanelle, di Rodi Garganico, poco prima del Convento, 48 appartamenti , nonche’ 48 garages, all’epoca ancora in costruzione, durante le operazioni del Noe, erano stati riscontrati nel cantiere, anche materiali di risulta.