Rinnovato il vestiario dell’Avers Protezione Civile di San Nicandro Garganico grazie al contributo di un imprenditore e ai fondi del
5 per mille.
Sempre presenti anche in tempi non sospetti, ora più che mai in questo periodo caratterizzato dalla pandemia di corona virus e dall’esigenza di garantire alcuni importanti servizi con il lockdown destinati soprattutto
alle famiglie e alle persone più vulnerabili.


L’Avers, che nei giorni scorsi ha festeggiato i 30 anni di attività, con i suoi volontari sta assicurando il coordinamento degli interventi e l’assistenza alla popolazione, con un supporto gratuito a quanti sono in quarantena o comunque impossibilitati ad uscire e soprattutto nell’approvvigionamento di farmaci e di presidi sanitari.


Dopo alcuni anni, perciò, è stato necessario rinnovare il vestiario con divise operative nuove e più rispondenti alla normativa in termini di sicurezza personale.

Circa trenta operatori potranno finalmente beneficiare di giacche, maglie e pantaloni di ultima generazione grazie principalmente a contributi
anche grazie di alcuni imprenditori locali, sensibili alle necessità dell’associazione.

Tra essi, l’Istituto scolastico Manzoni, che con Enzo Marinacci ha racimolato una bella fetta di contributi con cui è stato possibile aumentare il numero di divise nuove inizialmente previste dalla programmazione annuale.

Una sala operativa comunale dove ogni ora si fa il punto della situazione con si coordinano gli inetrevventi da eseguire. Una continua ed incessante attività degli operatori Avers, supportati anche da altri volontari appartenenti ad alcune associazioni del comune garganico che
si sono rese disponibili.

Fino ad ora la sala operativa conta oltre 400 interventi, tra richieste di approvvigionamento farmaci, consegna di generi di prima necessità a
persone impossibilitate a muoversi (anziani, persone in quarantena, ecc.) e informazioni rilasciate sui divieti imposti dai decreti governativi

Antonio Villani

Di Antonio Villani

Giornalista Sportivo