CALCIO: SAN MARCO TARTASSATO. Dopo il danno la beffa. Mano pesantissima del giudice sportivo

CALCIO: SAN MARCO TARTASSATO. Dopo il danno la beffa. Mano pesantissima del giudice sportivo

Dopo il danno la beffa. Mano pesantissima del giudice sportivo per il San Marco dopo la gara con il Trani di domenica scorsaAmmenda di 1000 euro con diffida di più gravi sanzioni al ripetersi di tali episodi perché “propri tifosi colpivano ripetutamente con sputi un assistente dell’arbitro (prima recidiva), lanciavano una sigaretta accesa al suo indirizzo senza colpirlo e, infine, lanciavano della birra bagnandolo sul collo e sulla divisa. A fine gara la terna arbitrale rientrava con difficoltà negli spogliatoi, senza ricevere supporto dai dirigenti della società. Una volta entrati nello spogliatoio un soggetto estraneo tentava di impedire la chiusura della porta, non riuscendovi per la resistenza collegiale degli occupanti. A quel punto la porta veniva colpita ripetutamente e violentemente dall’esterno e venivano proferite espressioni gravemente ingiuriose e minacciose. Tali disordini cessavano dopo circa dieci minuti con l’arrivo di una pattuglia dei Carabinieri”. inoltre per il dirigente Tancredi inibizione fino al 30 giugno 2020 perché “a fine gara si avvicinava al direttore di gara urtandolo e spintonandolo a più riprese e proferendo espressioni ingiuriose all’indirizzo dei componenti della terna arbitrale”.

Antonio Villani

Antonio Villani

Giornalista Sportivo