La pesca di esemplari in area protetta è severamente regolata,  nel caso di ricci di mare , non si puo' superare la quantita' di pescato di 25 ricci al giorno.

L'uomo che è stato fermato dai delegati della guardia Costiera di Termoli, un pescatore professionista,  ne aveva in realta' pescati 155,  all'interno della zona protetta delle Isole Tremiti, per cui e' incorso nella severa sanzione.
La parte eccedente di pescato, essendo ancora viva, è stata rigettata in acqua.
L'Italia è particolarmente sensibile alla salvaguardia dei ricci di mare, e a differenza di Nazioni come la Spagna e la Grecia, che non attuano fermi biologici, ne ha istituito uno  dal primo maggio e fino al trenta giugno di ogni anno,  oltre ai casi particolari, come quello occorso alle Isole Tremiti